Training neuropsicologico

Il trattamento neuropsicologico consiste in una serie di attività che puntano al potenziamento e al recupero delle abilità cognitive risultate carenti o deficitarie dalla valutazione. Esso mira a potenziare le capacità cognitive come memoria, attenzione, comprensione, ragionamento e funzioni esecutive. 

Le modalità di intervento sono molteplici e cambiano molto da caso a caso in base ai punti di forza e debolezza riscontrati nel bambino, per questo motivo un intervento neurocognitivo efficiente deve essere preceduto da una valutazione neuropsicologica dettagliata.

I nostri interventi di potenziamento hanno durata di circa 1 ora e prevedono incontri individuali. 

Le modalità di svolgimento prevedono sia attività carta e matita che l'utilizzo di software e programmi computerizzati costruiti ad hoc, il tutto presentato al bambino sotto forma di gioco-allenamento, prestando particolare cura alla relazione tra operatore e bambino e cercando di stimolarne il pensiero metacognitivo e la generalizzazione delle abilità apprese ad altri contesti di vita.

Quando è utile?

I training neuropsicologici sono uno dei trattamenti di elezione in caso di specifici deficit cognitivi quali ad esempio disturbi della memoria o dell'attenzione, possono essere utili anche in caso di semplici difficoltà non strettamente patologiche. 

In generale i trattamenti neuropsicologici e di potenziamento cognitivo risultano utili per un'ampia gamma di disturbi quali ad esempio:

- Disturbi specifici dell'apprendimento 

- Disturbi da deficit di attenzione-iperattività

- Disabilità intellettiva lieve o borderline cognitivo

In tutti questi casi il trattamento neuropsicologico è risultato maggiormente efficace se affiancato ad altre attività di potenziamento disturbo-specifiche. In base al caso e alle difficoltà riscontrate potranno essere proposti interventi in parallelo, dove il bambino seguirà due percorsi differenti alternati, o a cicli alternati, in cui il bambino seguirà prima un ciclo di trattamento sulle abilità maggiormente compromesse e in seguito un intervento di potenziamento cognitivo.